Le invasioni barbariche portarono all' uso di rozze calzature di cuoio (quando il piede non era completamente  nudo), finchè nel periodo bizantino apparvero di nuovo scarpe più comode, simili  al calceus romano: nere per il popolo, rosse e gialle per i ceti più elevati.