PANISCIA DI NOVARA

Tempo : 2 ore

Ingredienti per 4 persone :

300g di riso - 400g di verza mondata - 300g di fagioli freschi sgranati - 2 gambi di sedano - 1 carota - 3 pomodori pelati - 50g di cotenne di maiale - 75g di pancetta di maiale - 25g di burro - 1 pezzo di cipolla - 1 salame conservato nello strutto - 2 litri di acqua - 1/2 di buon vino rosso - sale - pepe -.... 1 dado a piacere.

Scottate le cotenne in acqua bollente poi tagliatele a listerelle. Preparate tutte le verdure per la cottura : spezzettate le foglie della verza, tagliate a pezzettini il sedano, la carota, i pomodori e mettete tutto in una pentola con i fagioli e le cotenne, l'acqua, il dado e il sale. Coprite e lasciate cuocere lentamente per circa due ore. Tritate il salame e la cipolla e, in una casseruola a parte, rosolateli con il burro e la pancetta, unite il riso che lascerete insaporire, poi versate il vino che lascerete evaporare. Continuate la cottura del riso versando poco alla volta le verdure cotte e il brodo, mescolando di tanto in tanto. Pepate la paniscia e lasciatela riposare per qualche minuto prima di servire.

CURIOSITÀ' : Il nome "paniscia" deriva da "panico" varietà  di miglio consumato nel passato per fare il pane e per le zuppe di verdura. L'introduzione della coltivazione del riso indusse gli agricoltori ad utilizzare il riso anziché‚ il miglio nella zuppa, e si accorsero che il nuovo cereale era più buono, maggiormente digeribile e di breve cottura ... così preferirono la "paniscia".