La rete Garr

Nel 1989 il Ministero dell'Universita' e della Ricerca Scientifica e Tecnologica (MURST) decise di coordinare le esperienze compiute in Italia soprattutto per merito dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dei consorzi interuniversitari (CINECA, CILEA etc) e finanzio' un progetto che prevedeva la realizzazione di una dorsale ( a 2 Mbit/sec.) ed il collegamento in rete di tutte le universita' ed enti di ricerca.

La rete informatica della ricerca, che ha preso il nome di rete GARR, (Gruppo Armonizzazione Reti Ricerca) e' collegata, alle reti del CERN di Ginevra e, alle reti statunitensi. attraverso linee dedicate e cavi transoceanici. La rete GARR e' quindi parte integrante della rete Internet.

In Italia sono molte decine di migliaia i calcolatori connessi a quella che e' la principale infrastruttura informatica di cui dispone oggi la ricerca scientifica.