ScuoLan_1

 -- Rete locale con server di posta elettronica --

-- In ambiente Dos-Window-W95  --

Il problema della posta elettronica e della comunicazione interpersonale e' particolarmente oneroso all'interno di una ambiente scolastico. Molte delle attivita' didattiche svolte si basano sulla possibilita' di comunicare tra insegnanti, classi, gruppi di studenti o singoli ragazzi e la possibilita' di assegnare autonomamente indirizzi di posta elettronica puo' rendere piu' semplice il lavoro nella comunicazione interna alla scuola e soprattutto tra scuole diverse.

Per  avere la possibilita' di assegnare indirizzi di posta elettronica individuali del tipo [ugo@greni.bo.scuola.it, classe3a@greni.bo.scuola.it] e' necessario poter gestire direttamente un calcolatore [greni.bo.scuola.it], preferibilmente collocato all'interno della scuola, che sia un "server di posta elettronica" e il cui nome sia conosciuto sulla rete Internet.

Per svolgere la funzione di server di posta elettronica si possono utilizzare differenti software, alcuni dei quali che girano sui sistemi Dos - Window- Window95; ma il problema maggiore e' quello di rendere visibile sulla rete Internet il server della scuola, che non e' un nodo direttamente connesso ad internet, bensi' un calcolatore che si collega saltuariamente su una linea telefonica commutata.  

In questo caso si deve poter contare su un calcolatore "ospite" direttamente connesso in rete che annunci ad Internet di fungere da "casella postale"  per  quella scuola, che conservi quindi  la posta indirizzata al server scolastico fino a che questo che verra'  "a ritirarla"  attraverso un collegamento via modem.  

La stessa filosofia viene utilizzata per le caselle postali di utenti che si trovano presso un provider. In questo caso l'utente puo' recuperare ed inviare la posta utilizzando programmi quali Eudora, Netscape, Internet Esplorer che si basano sui protocolli pop3. Ma in questo caso le caselle postali sono di solito limitate (una decina al massimo) e definite sulla macchina del provider.

Se si vuole poter definire decine o centinaia di indirizzi di posta elettronica (che tra l'altro vengono a cambiare per ogni anno scolastico) si deve poter disporre presso la scuola di un server locale di posta elettronica, e questo, non i singoli indirizzi di utente, deve essere conosciuto dalla rete. Inoltre ad ogni collegamento telefonico della scuola deve essere trasferita la posta di tutte le caselle postali che si trovano sul server scolastico e non solo quella di un singolo utente come avviene con Eudora, Netscape etc.

Per riuscire a mettere in piedi un meccanismo di questo tipo si puo' utilizzare il protocollo UUCP.

Comunicazioni con UUCP

Il protocollo UUCP (significa Unix to Unix Copy Protocol) e' un vecchio protocollo di rete che veniva utilizzato negli anni 80 per far dialogare tra loro calcolatori unix attraverso linee telefoniche commutate. La maggioranza dei server di internet, che sono realizzati su macchine unix, dispongono del protocollo UUCP, ma pochi provider in italia forniscono questo servizio . Nel caso della nostra sperimentazione il server kidslink.bo.cnr.it fornisce il supporto uucp alle scuole che adottano il modello ScuoLan_1 . Nel nostro progetto una qualunque scuola che adotti un modello ScuoLan_3 puo'  fungere da server uucp per le altre scuole limitrofe.

Il Server di posta elettronica

Su un calcolatore della scuola deve essere presente un software che, oltre a comunicare con il server, permetta di definire gli utenti e fornisca gli strumenti per gestire ed utilizzare la posta. In ambiente UNIX esistono server di posta elettronica standard (vedi ScuoLan_2 ) ma nel nostro caso l'obbiettivo e' quello di fornire funzionalita' avanzate rimanendo in un ambiente ben conoscito e facilmente gestibile (Dos e W95).

Inoltre, per poter utilizzare al meglio un server di posta elettronica e' bene che questo sia integrato su di una rete locale, affinche' piu' persone contemporaneamente possano accedervi. Per quello che riguarda la rete locale non esistono particolari problemi, un qualunque sistema di rete locale (Lantasic, Novell, nfs, Netbeui) che possa  mostrare ai "client"  i dischi che stanno sul "server" e' sufficiente.

Il prodotto utilizzato per realizzare il server di posta elettronica da noi adottato e' Waffle, un sistema shareware originariamente sviluppato in ambiente Dos per allestire un BBS (Buletin Board System) .

Waffle

Waffle permette di definire, su un calcolatore DOS centinaia di diversi utenti ognuno dei quali identificato da un "username" e protetto da "password". Lanciando il comando "login" (o utilizzando una apposita icona sotto window) viene chiesta  l'username e la password, dopo di che vengono messi a disposizione strumenti per leggere, scrivere, manipolare la propria posta elettronica.

Waffle permette anche:

Una altra caratteristica interessante di Waffle e' quella di permettere un accesso al server della scuola via modem, cioe' e' possibile consentire che gli studenti da casa, con un computer dotato di modem e di un programma di emulazione terminali si colleghi sul server della scuola per leggere e/o scrivere la posta o per prendere file.

Waffle si prende cura anche del collegamento automatico per il trasferimento della posta con il calcolatore sulla rete internet, collegamento che puo' avvenire una o piu' volte al giorno in ore di basso costo telefonico.

Il Software e le Informazioni tecniche  sulla installazione e sulla configurazione del prodotto sono disponibili su server Kidslink.

Waffle e' stato utilizzato dal 95 da alcune scuole che partecipano al progetto Kidslink, in particolare

 Altre informazioni si possono trovare alla Waffle home page:

Il maggior limite di waffle e' il fatto che e' stato sviluppato anni fa' per un sistema operativo DOS, quindi presenta, in modo nativo, una interaccia a caratteri e comandi. Anche le applicazioni per la manipolazione dei mail di tipo Window, basate su Waffle sono piuttosto essenziali (vedi Heldiver) o insufficienti (Pegasus non utilizza la password ) Rappresenta tuttavia un buon compromesso per quello che riguarda la funzionalita'.

Mail-Coach

Rappresenta una possibile e piu' moderna alternativa a Waffle, e' un prodotto svedese che gira su sistemi W95 e W-NT.  Il costo del prodotto e' calcolato in base al numero di calcolatori che, sulla rete locale, utilizzeranno il server di posta elettronica. Indicativamente si dovrebbe aggirare sulle 50-100 mila Lire per calcolatore della rete locale.

A differenza di Waffle Mail-Coach svolge solo le funzione di Mail Server ed utilizza una altra filosofia per la distribuzione locale della posta. Non e' necessario condividere sulla rete lo spazio disco su cui esiste l'archivio della posta, ma si puo' utilizzare un qualunque POP3 client (Eudora, Netscape etc.) per accedere localmente al server Mail-Coach. Per lo scambio dei mail da e verso Internet anche Mail-Coach utilizza il protocollo UUCP.

Attualmente Mail-Coach non e' stato ancora adottato da alcuna scuola di Kidslink

E Window-NT ?

Nonostante Window-NT abbia notevolmente potenziato le sue funzionalita' di server di rete Internet non possiede, di base, quelle funzionalita' che gli permettano di fungere da server per la posta elettronica di una rete isolata.  Questo soprattutto perche' Window-NT non ha integrato il protocollo UUCP.

Ovviamente esistono prodotti aggiuntivi (Mail-Coach e' uno di questi)  ma per ora non abbiamo ancora trovato soluzioni economiche ed efficienti da farci preferire queste al piu' povero e classico Waffle.

Gateway/Proxy

Altri strumenti utili per permettere "la navigazione" a tutti i calcolatori che sono collegati ad una rete locale, sfruttando un unico modem, sono i Gateway e i Proxy. Questi software, quali WinGate e Internet Gate,  funzionano su sistemi Window-95, Window-NT, OS/2 e devono essere installati sul calcolatore che e' dotato di modem. Una volta che la connessione al providir (di tipo Slip o PPP) e' stata realizzata tutti i calcolatori connessi alla rete possono utilizzare i servizi Web, FTP,Telnet, Pop3 (Eudora), a volte e' fornito anche un rudimentale servizio di Proxy (le pagine acquisite vengono anche salvate localmente per accellerare un futuro utilizzo).